• STORAGE

Accumulo residenziale e fotovoltaico, il grande potenziale per una UE carbon neutral

Programmabilità e stabilità non sono caratteristiche delle fonti rinnovabili, per loro natura aleatorie e intermittenti. Accumulo elettrico e batterie assumono quindi un ruolo fondamentale in ottica di un maggiore ricorso alle FER nei settori residenziale e mobilità elettrica.


I sistemi di storage permettono, ad esempio, all’energia generata dall’impianto fotovoltaico sul proprio tetto di essere temporaneamente immagazzinata e usata in un secondo tempo, dando respiro alla rete elettrica.


Ma i benefici legati allo storage sono evidenti anche nel settore della mobilità elettrica.

Difatti, se tra non molto sulle strade ci saranno solo e-car, anche le loro batterie potranno essere di ausilio alla sicurezza e alla stabilità del sistema elettrico.


Un mercato, quello delle batterie agli ioni di litio, che vede tra l’altro l’Europa crescere come produttore, grazie anche all’European Battery Alliance, programma istituito dall’Unione Europea proprio per sviluppare la tecnologia delle batterie e la capacità di produzione.

Un programma affiancato da sussidi alle imprese coinvolte nella ricerca e nell’innovazione e da finanziamenti della Banca Europea per gli Investimenti (BEI), che nel solo 2020 hanno raggiunto il miliardo di euro.


Un trend in crescita favorito anche dalle nuove tecniche di produzione che hanno portato, secondo i dati di Bloomberg NEF, a una riduzione dei prezzi delle batterie agli ioni di litio dell’89 per cento dal 2010 al 2020.


Ma il mercato destinato a crescere in maniera esponenziale riguarda i sistemi di accumulo residenziali a servizio del fotovoltaico.


Secondo lo European Market Outlook for Residential Battery Storage 2021-2025 di Solar Power Europe, lo stoccaggio domestico nel Vecchio Continente è infatti destinato a crescere di oltre il 400 per cento, passando da una capacità di accumulo di 3 GWh installata nel 2020 a 12,8 GWh previsti nel 2025.

Mentre l’Europa è sempre più colpita dagli shock dei prezzi dell’energia - ha dichiarato Walburga Hemetsberger, CEO di SolarPower Europe - il solare e lo storage sono la risposta alla volatilità dei prezzi. Sempre più famiglie si stanno rendendo conto che i sistemi di accumulo domestici massimizzeranno il valore dei loro sistemi solari fotovoltaici.
La combinazione di solare e accumulo è fondamentale per una UE climaticamente neutra entro il 2050 e i responsabili politici devono riconoscere questo potenziale e includere in modo significativo lo stoccaggio distribuito nella revisione dei loro Piani nazionali per l’energia e il clima”.

Quali sono i mercati più promettenti? Quali standard di qualità devono essere rispettati e qual è il ruolo dell’accumulo di energia nella prospettiva dell’accoppiamento settoriale?

Sono questi alcuni temi che saranno al centro di ees Europe, la più importante manifestazione europea per batterie e sistemi di accumulo che si svolgerà dall’11 al 13 maggio 2022 a Monaco di Baviera all’interno della conferenza The Smarter E Europe.


Seguendo il motto "Innovating energy storage", ees Europe riunirà produttori, distributori, sviluppatori di progetti, integratori di sistemi, fornitori di tecnologie innovative per batterie e soluzioni sostenibili per lo stoccaggio di energie rinnovabili come l’idrogeno verde e le applicazioni Power-to-Gas.