top of page
  • ECONOMIA CIRCOLARE

Rinnovabili spagnole, 200 milioni di euro per ammodernare gli impianti

Oltre a far crescere le nuove installazioni di FER, per una maggiore efficienza e un minore impatto ambientale è fondamentale attuare operazioni di ammodernamento e di repowering di quegli impianti di generazione rinnovabile realizzati ormai da alcuni anni.

È quello che sta facendo il governo spagnolo, che ha annunciato il rilascio di 222,5 milioni di euro a sostegno del repowering idroelettrico ed eolico, e per il riciclo delle pale delle turbine. Il Ministerio para la Transición Ecológica y el Reto Demográfico (MITECO) ha infatti promosso l’iniziativa Circular Repowering Programs, un bando che prevede tre programmi di aiuti focalizzati sul rinnovamento tecnologico e la sostituzione, totale o parziale, dei componenti degli impianti eolici e idroelettrici e - per la prima volta nel Paese iberico - per lo sviluppo di soluzioni innovative per il riciclo dei componenti dei parchi eolici.


Il Programma 1 mette a disposizione 150 milioni di euro per la sostituzione delle turbine esistenti con altre più efficienti. Secondo il MITECO, potrebbe essere effettuato il repowering di almeno 557 MW eolici. Il Programma 2, con una dote di 42,5 milioni di euro, punta all’ammodernamento tecnologico e ambientale delle centrali idroelettriche fino a 10 MW. Obiettivo del Ministero della Transizione ecologica è quello di rinnovare 47 MW di idroelettrico. Infine, con i 30 milioni di euro del Programma 3 sarà incentivato l’avvio di impianti innovativi in ​​grado di riciclare le pale delle turbine eoliche. Tali impianti dovranno essere in grado di recuperare almeno il 50 per cento in peso dei rifiuti e trasformarli in materie da riutilizzare nei processi produttivi.


I Programmi 1 e 2 prevedono inoltre la possibilità di implementare sistemi di accumulo di energia. I fondi per i Circular Repowering Programs, concessi sotto forma di sovvenzione a fondo perduto, saranno recuperati da quelli previsti per il Next Generation EU e gestiti dall’Istituto per la Diversificazione e il Risparmio Energetico (IDAE), agenzia governativa dipendente dal MITECO.

Comentarios


bottom of page