top of page
  • MERCATI

PPA, anno boom per l’Europa

Uno dei meccanismi che possono facilitare la transizione energetica è rappresentato dai Power Purchase Agreement (PPA). Contratti di acquisto di energia rinnovabile a medio e lungo termine che consentono alle aziende di risparmiare sui costi difendendosi dalle oscillazioni del mercato e di raggiungere più velocemente i propri obiettivi di sostenibilità.

PPA che in Europa hanno registrato un aumento record di sottoscrizioni nei primi nove mesi del 2023. Secondo i dati rilasciati dalla piattaforma Re-Source e presentati al Re-Source Event 2023, svoltosi ad Amsterdam il 26 e 27 ottobre, il mercato europeo dei PPA ha infatti visto nei primi nove mesi dell’anno la sottoscrizione di contratti per ben 7,8 GW.


Tra i settori più propositivi e attenti troviamo l’ICT, con 2 GW di PPA, l’industria pesante con 1,8 GW e le telecomunicazioni, con 650 MW. Mercato dei PPA che torna a crescere dopo la flessione del 2022 - 6,6 GW rispetto ai 7,6 GW del 2021 - ma che secondo gli utilizzatori necessita di maggiore sostegno e della rimozione degli ostacoli ancora presenti.


In particolare, Re-Source chiede che venga messa in atto la Direttiva sulle energie rinnovabili e che si arrivi a una rapida definizione dell’Electricity Market Design della UE, mettendo fine agli interventi di emergenza. In totale, in Europa fino ad ora sono stati sottoscritti PPA per un totale di 32,8 GW, con la Spagna a guidare la classifica con 7,4 GW, seguita da Svezia e Germania rispettivamente con 4,2 e 4,1 GW. L’Italia si ferma a un misero 0,7 GW, di cui 0,4 GW sottoscritti nel solare e 0,2 GW nell’eolico.

Comments


bottom of page