• EVENTI

In Germania soffia buon vento anche per il mini-eolico

Indipendenza energetica, decarbonizzazione e contrasto all’aumento dei prezzi delle bollette. Tre battaglie che, per essere vinte, necessitano di una decisa accelerazione nella realizzazione di impianti di generazione da fonti rinnovabili.

Photo: DLG

In quest’ottica il Bundesministerium für Wirtschaft und Energie - il Ministero dell’economia e dell’energia tedesco - si è posto come obiettivo di aumentare la quota di energia da fonti rinnovabili sul consumo energetico lordo, portandola dal 45 per cento attuale all’80 per cento al 2030.


Germania dove, anche grazie all’apporto ventoso dei primi mesi del 2022, è stato registrato un nuovo record nella produzione da rinnovabili: secondo i dati riferiti dal Center for Solar Energy and Hydrogen Research Baden-Württemberg (ZSW) e dal Bundesverband der Energie und Wasserwirtschaft (BDEW) - l’associazione tedesca per l’energia e la gestione delle acque – le wind farm hanno generato a febbraio ben 21.000 GWh, di cui 18.000 da eolico onshore: la stessa quantità di elettricità utilizzata da sette milioni di famiglie in un anno intero.


Ma se le grandi turbine sono già da tempo impiegate su larga scala negli impianti offshore e onshore, i riflettori si stanno ora accendendo anche sul mini-eolico: aerogeneratori ad altezza ridotta che possono rappresentare, in combinazione con sistemi di accumulo, una ottima soluzione per il settore agricolo e le zone industriali.


“L’importanza globale delle piccole turbine eoliche - afferma Marcus Vagt, project manager di EnergyDecentral - è stata sottovalutata. Il potenziale di mercato è enorme e le applicazioni sono diverse”.

Secondo i criteri della Bundesverband WindEnergie (BWE), l’Associazione tedesca per l’energia eolica, tutti i sistemi con una potenza nominale del generatore fino a 100 kW rientrano generalmente in questa categoria. Se installata in una zona costiera particolarmente ventosa, una piccola turbina con potenza nominale di 10 kWh può facilmente generare 25 MWh di elettricità, più del doppio di un sistema fotovoltaico comparabile.


Affidabilità ed efficienza che, nelle regioni con poco vento, possono essere aumentate utilizzando sistemi di accumulo di energia elettrica. Nuovi prodotti, tecnologie - a partire proprio dalle piccole turbine - e ultime tendenze del settore che saranno al centro di EnergyDecentral, manifestazione che si svolgerà ad Hannover, in Germania, dal 15 al 18 novembre 2022 e dove saranno presentati anche modelli di business e opzioni di finanziamento. Organizzata da DLG, EnergyDecentral dal 2018 rappresenta la piattaforma leader per la generazione distribuita. Anche l’edizione 2022 sarà caratterizzata da un ricco programma espositivo e convegnistico, che sarà possibile seguire anche da remoto attraverso il canale digitale DLG Connect.


EnergyDecentral

Hannover, 15-18 novembre 2022