• RINNOVABILI

Il Portogallo si accende con le FER

Se il traguardo deve essere la carbon neutrality e la strada da seguire uno sviluppo più deciso della generazione da rinnovabili, il Portogallo si sta ben posizionando in questa particolare classifica.


Secondo i dati rilasciati da REN - Redes Energéticas Nacionais, il TSO del Paese lusitano, nei primi 10 mesi del 2021 la produzione da FER ha fornito il 59 per cento del consumo elettrico, per oltre 24.000 GWh. In particolare, il 25 per cento è stato prodotto da idroelettrico, il 24 per cento da eolico, il 6 per cento da biomassa e il 4 per cento da fotovoltaico.

Solo il 31 per cento dei consumi elettrici, circa 13.000 GWh, è stato soddisfatto da gas naturale (29 per cento) e carbone (2 per cento), mentre le importazioni hanno coperto il restante 10 per cento.

Sempre secondo le ultime rilevazioni di REN, nel periodo gennaio-ottobre 2021 i consumi di elettricità sono cresciuti dell’1,5 per cento rispetto allo stesso periodo del 2020, mentre si registra un calo dell’1,9 per cento rispetto al 2019. Nel solo mese di ottobre 2021, si è invece registrato un calo dello 0,9 per cento su base annua.