top of page
  • INFRASTRUTTURE

Idrogeno, la Germania stanzia 20 miliardi di euro per la rete

L’idrogeno verde può essere una delle soluzioni per la decarbonizzazione; va tuttavia creata l’infrastruttura per poterlo trasportare e distribuire, una volta prodotto. A questo proposito, la Germania ha presentato un Piano per la realizzazione di una rete che si estenderà per 9.700 chilometri, attraversando tutto il Paese.

La rete, che per circa il 60 per cento della sua lunghezza sfrutterà gasdotti adattati, ha una stima di costo di investimento pari a 19,8 miliardi di euro ed è progettata per raggiungere tutte le province federali con una capacità di 270 TWh, quasi tre volte la domanda tedesca di idrogeno prevista per il 2030, stimata tra 95 TWh e 130 TWh.


La costruzione dell’infrastruttura dovrebbe iniziare nel 2024, dopo l’approvazione finale della Federal Network Agency, attesa per la fine del primo trimestre 2024 al termine di un periodo di consultazione durante il quale potrebbero essere apportate modifiche al progetto.


La rete prevede anche la realizzazione di interconnessioni con i Paesi vicini e sarà completata in più fasi, con fine lavori stimata nel 2032. I primi flussi si dovrebbero registrare già nel corso del 2025.


La Germania, che sta preparando un programma di incentivi ventennale per sviluppare l’industria dell’idrogeno, partecipa anche alla progettazione di gasdotti sotto il Mare del Nord e ha firmato con i Paesi Bassi una dichiarazione di intenti per installare entro il 2032 quattro interconnettori per l’idrogeno al confine tra i due Stati.

bottom of page