• IDROGENO

Australia, nuovo hub di ricerca per idrogeno destinato a tir, treni e bus

Nel percorso non privo di asperità della transizione ecologica, la ricerca riveste un ruolo fondamentale. In Australia, sono iniziati i lavori per la realizzazione di una nuova struttura di R&S sull’idrogeno presso il Warrnambool Campus della Deakin University.


Il progetto Hycel Technology Hub, una struttura di 2.200 metri quadrati dal costo complessivo di 23 milioni di dollari, sarà uno dei primi hub regionali dell’Australia dove saranno sviluppate e testate celle a combustibile per un utilizzo nei settori del trasporto pesante, dei treni e della navigazione.


Dotato di attrezzature ad hoc per l’assemblaggio e il collaudo di celle a combustibile, di una baia di integrazione per veicoli pesanti, di strutture di formazione e di uno spazio multifunzionale per attività educative e dimostrative, avrà anche il sostegno del governo dello Stato di Victoria, che contribuirà con un finanziamento di 9 milioni di dollari. La somma fa parte del Fondo di investimento statale di 350 milioni di dollari creato per sostenere le università, la ricerca applicata e le infrastrutture di ricerca.


“La nostra Università - ha dichiarato Iain Martin, vicecancelliere della Deakin University - combina la propria esperienza nel campo della scienza e della tecnologia per soddisfare le esigenze dell’industria emergente dell’idrogeno. Il Warrnambool Campus sarà per l’Australia un distretto di ricerca, innovazione e formazione all’avanguardia”.

La Deakin University collaborerà anche con Warrnambool Bus Lines per supportare la conversione della loro flotta di autobus da diesel a celle a combustibile a idrogeno, la prima del suo genere in Australia. “L’idrogeno verde – ha dichiarato Lily D’Ambrosio, ministro dell’Energia dello Stato di Victoria - è una nuova tecnologia energetica che ridurrà le emissioni dei trasporti e in tutta l’economia: l’innovazione fornita dall’Hycel Technology Hub ci aiuterà a ridurre le emissioni del 50 per cento entro il 2030”.