• FOTOVOLTAICO

Slovenia: dove c’era il carbone ora c’è… il sole! La nuova green valley

Trasformare una delle regioni più carbonifere del Paese in una nuova green valley. Questo il piano della Slovenia per la zona di Zasavje. A Prapertno, nel comune di Hrastnik, è stata infatti inaugurata la più grande centrale solare del Paese.

Realizzato su un sito appartenuto alla dismessa centrale a carbone di Trbovlje, l’impianto è composto da 6.748 moduli fotovoltaici per una capacità complessiva di 3 MW.


Nei prossimi anni sarà ampliato fino a raggiungere i 15 MW.


Il sole darà un contributo importante alla trasformazione della regione in una nuova green valley e non solo.


Il fotovoltaico si candida infatti a contribuire a metà del fabbisogno di energia elettrica degli sloveni.

“Abbiamo in programma nel prossimo decennio - ha dichiarato il primo ministro sloveno Janez Janša durante la cerimonia di inaugurazione - di fornire elettricità a circa la metà delle famiglie del Paese con l’energia solare. Un piano che richiederà investimenti miliardari”.

Il primo ministro ha tenuto a sottolineare l’importanza di ogni nuova installazione green costruita sul suolo sloveno anche in termini di approvvigionamento energetico.


Secondo Janša, per raggiungere gli obiettivi di decarbonizzazione al 2050 sarebbe necessario realizzare un impianto ogni mese.

“La realizzazione di piccole centrali idroelettriche e di piccoli impianti solari - ha rimarcato Janša - non è solo da promuovere dal punto di vista dell’ambiente e della transizione verde, ma anche dal punto di vista della sicurezza energetica”.