• STORAGE

Rinnovabili e accumulo, dal sole 20 MW pronti per la rete del Malawi

Con l’aumentare della quota di generazione rinnovabile, i sistemi di accumulo diventano sempre più importanti per garantire la sicurezza delle reti, supportando il sistema non solo in caso di copertura nuvolosa o assenza di vento, ma intervenendo per immettere energia nei momenti di picco e per regolare tensione e frequenza di rete.

Primo nel suo genere nell’Africa subsahariana, è ora entrato in funzione in Malawi un impianto solare con stoccaggio di energia e connesso alla rete.


Realizzato nel distretto di Dedza, il progetto Golomoti Solar PV e Battery Energy Storage è composto da 28,5 MW di fotovoltaico accoppiati a una batteria agli ioni di litio da 5 MW/10 MWh, e permette di immettere in rete fino a 20 MW.


L’impianto, realizzato grazie anche al sostegno finanziario di InfraCO Africa, dell’Agenzia degli Stati Uniti per lo Sviluppo Internazionale (USAID) e del programma Energy Catalyst di Innovative UK, ha creato oltre 550 posti di lavoro ed è stato progettato in modo da preservare gli antichi baobab che si trovavano sul sito.


InfraCo Africa fa parte del Private Infrastructure Development Group (PIDG) ed è finanziato dal governo del Regno Unito attraverso il Foreign, Commonwealth and Development Office (FCDO), dai Paesi Bassi con il Dutch Ministry of Foreign Affairs (DGIS) e dalla Svizzera attraverso lo State Secretariat for Economic Affairs (SECO) con l’obiettivo di alleviare la povertà mobilitando investimenti privati ​​in progetti infrastrutturali di alta qualità nei Paesi più poveri dell’Africa subsahariana.