• FOTOVOLTAICO

Nuovi materiali per il fotovoltaico. In Australia 45 milioni di dollari per la ricerca

Una grossa mano nel difficile percorso verso la piena decarbonizzazione può arrivare dallo sviluppo tecnologico. In Australia, l’Agenzia per le energie rinnovabili (ARENA) ha annunciato un nuovo finanziamento di 45 milioni di dollari all’Australian Center for Advanced Photovoltaics (ACAP) per proseguire fino al 2030 nella ricerca in tecnologie e materiali per il solare fotovoltaico, all’avanguardia a livello mondiale.

Il programma di ricerca di ACAP supporta l’ambizioso obiettivo di ARENA di migliorare l’efficienza delle celle solari fotovoltaiche del 30 per cento e di ridurre i costi di installazione dei moduli a 30 centesimi per watt entro il 2030.


“Il fotovoltaico negli ultimi dieci anni ha registrato miglioramenti significativi nell’efficienza e nella riduzione dei costi - ha dichiarato Darren Miller, CEO di ARENA - e ACAP occupa una posizione centrale negli sforzi di ricerca australiani in questo settore. ARENA è entusiasta di continuare a fornire supporto per sviluppare la prossima generazione di tecnologie solari a bassissimo costo e fare del nostro Paese un leader mondiale”.

The Australian College of Applied (ACAP) è stato costituito per fornire un approccio nazionale coordinato alla ricerca sul fotovoltaico e comprende i migliori gruppi di ricerca delle maggiori università del Paese. ARENA ha già stanziato fino ad oggi circa 84 milioni di dollari.


“Il solare a bassissimo costo - ha dichiarato Martin Green, professore della University of New South Wales e ricercatore di ACAP - sarà la chiave per consentire la transizione energetica dell’Australia e il prossimo decennio promette di essere il più eccitante e importante di sempre per il fotovoltaico, sia per diffusione sia per cambiamento tecnologico”.