• RIFIUTI

Negli Emirati Arabi Uniti completato il primo termovalorizzatore del Paese

Recuperare energia dai rifiuti? Se in Italia è (quasi) sempre tabù, nel mondo si punta sempre più a sfruttare questa risorsa in termini energetici. L'ultimo esempio arriva dagli Emirati Arabi Uniti, nell'emirato di Sharjah, dove è stata completata la realizzazione del primo impianto di termovalorizzazione del Paese.

Dopo aver completato i lavori, il termovalorizzatore sarà ora sottoposto agli ultimi test prima della sua messa in servizio.


L'impianto di Sharjah si estende su un’area di 80.000 m2 e per la sua progettazione sono state seguite le migliori tecniche disponibili per allinearsi agli standard ambientali più severi a livello globale.


Il termovalorizzatore, con una capacità di 30 MW, una volta pienamente operativo sarà in grado di trattare fino a 300.000 tonnellate di rifiuti non riciclabili e potrà soddisfare il fabbisogno energetico di 28.000 abitazioni.


L'infrastruttura consentirà, inoltre, di evitare l’emissione di 450.000 tonnellate di CO2 ogni anno.


Sharjah, dove già viene riciclato il 76 per cento dei rifiuti, con la messa in funzione dell’impianto potrà così diventare la prima città a rifiuti zero del Medio Oriente.


Al tempo stesso, l'emirato contribuirà ad aumentare le risorse energetiche green del Paese.