• EOLICO

In Vietnam eclissi “solare” parziale. Per far posto all’eolico offshore

Presentato nel marzo dello scorso anno, il Power Development Master Plan VIII (PDP VIII) del Vietnam continua la sua corsa a ostacoli verso la definitiva approvazione. Già rivisto quattro volte, il Piano per lo sviluppo energetico (2021-2030 e vision al 2045) del Paese asiatico sta per subire nuove modifiche.

Sentita la relazione del Ministero dell’Industria e del Commercio (MOIT) il Governo, tramite il vice primo ministro Le Van Thanh, ha richiesto infatti la riduzione della capacità solare prevista, aumentando nel contempo quella eolica. In particolare, il Governo vietnamita ha dichiarato che i 18,4 GW di solare pianificati per il periodo 2021-2030 sono troppi; serve liberare capacità di rete per l’elettricità proveniente dalle turbine eoliche offshore.


Già in ottobre, in una delle precedenti fasi di modifica al PDP VIII, il target solare 2021-2030 era passato dai 26 GW del progetto originale ai 18,4 GW. Ora, anche a fronte di una proposta del MOIT, si chiede di ridurre di 9 GW la capacità di generazione totale prevista al 2030. Parallelamente, per soddisfare la crescente domanda di elettricità, il Governo di Hanoi sembra puntare sull’eolico offshore che, secondo il rapporto Offshore Wind Roadmap for Vietnam della Banca Mondiale, potrebbe fornire il 12 per cento dell’elettricità del Paese entro il 2035.

Il Power Development Master Plan VIII attualmente ha come obiettivo l’installazione di 4 GW di capacità di generazione eolica offshore entro il 2030.