top of page
  • INDUSTRIA

Amico silenzioso del progresso: l’acciaio protagonista dello sviluppo sostenibile

In scena a Milano la decima edizione di Made in Steel, vetrina espositiva internazionale e polo di cultura nato per favorire la trasversalità delle conoscenze, indispensabile per la competitività delle imprese. Suggestivo il titolo della tre giorni 2023 dedicata alla filiera dell’acciaio: GENERATIONS, re-imagining our world.

“Il futuro è come il passato, ma diverso”. I bambini protagonisti del video di presentazione della Conference & Exhibition - figli della community dell’acciaio - rispondono ad alcune domande sul significato di generazione: omaggio alle radici e ai valori dei capitani coraggiosi che hanno gettato le basi della siderurgia italiana, ma anche desiderio di far crescere i progetti e le imprese indipendentemente dagli uomini che li hanno pensati e realizzati.


“Questa edizione segna un momento di passaggio - ha esordito Emanuele Morandi, Presidente di Siderweb. Entriamo nella fase della formazione, che significa al contempo educare - tirare fuori - e istruire - suggerire e non imporre. Vogliamo andare avanti trasmettendo la passione: viviamo dei valori che ci sono stati affidati custodendo le radici ma senza nostalgia delle ceneri”.

L’industria siderurgica nazionale sta attraversando un delicato passaggio generazionale, indispensabile per affrontare il domani. Come ha commentato Paolo Morandi, amministratore delegato di Siderweb, l’acciaio ha bisogno dei giovani e delle loro idee. Ma le nuove generazioni hanno assoluto bisogno di riferimenti e di esempi, più che di regole. Le iniziative come Siderweb e Made in Steel sono un luogo - fisico e virtuale - nel quale è possibile affrontare, favorire e anche sostenere questo passaggio di testimone.


“Avete il merito di aver riunito la comunità dell’acciaio - ha dichiarato Antonio Gozzi, presidente di Federacciai - e anche quest’anno avete colto il tema vero: quello del passaggio generazionale. Io credo che questo passaggio del testimone funzioni se, accanto al semplice trasferimento del comando, si trasmettono valori fondativi”.

La siderurgia italiana - campione nazionale di sostenibilità - ha da sempre un problema di comunicazione e narrazione. Nel settore giorno dopo giorno si affrontano grandi sfide ma si tende a comunicarle poco. Se non comunichi rischi di non esistere e se non hai una storia da raccontare perdi vantaggio competitivo.


Grazie a Siderweb e a Made in Steel, una comunità che faceva in po’ fatica a dialogare si è riunita intorno a una idea innovativa, come ha spiegato Riccardo Benso, presidente di Assofermet, associazione che rappresenta a livello nazionale le imprese che esercitano il commercio, la distribuzione e la prelavorazione di prodotti siderurgici e di metalli non ferrosi, e gli impianti di raccolta, recupero, riciclo e commercio di rottami di acciaio.


“Quando si cerca di ragionare su sistemi complessi, avere un dialogo significa costruire ponti tra idee non perfettamente coincidenti - ha concluso Benso. Uno sforzo fatto da istituzioni, aziende, associazioni e cittadini, che genera collaborazione crescente, anche per realizzare gli obiettivi di sostenibilità. Un sentiero costruttivo che sono certo porterà grandi risultati”.

Comments


bottom of page