• FOSSILI

Un comitato per aumentare la produzione di petrolio in Sud Sudan

Dopo la guerra civile e la formazione del nuovo governo, da un paio di anni il Sudan e il Sud Sudan stanno già collaborando per riparare i pozzi danneggiati e aumentare la produzione dei campi dell’Alto Nilo.


Il Ministro del petrolio del Sud Sudan, Puok Kang Chol, ha incontrato a Khartum - capitale del Sudan - rappresentanti del governo sudanese per concordare di formare un comitato tecnico congiunto per riprendere la produzione di petrolio nello Unity State, nel Sudan del Sud, in modo da poter tornare a produrre circa 350.000 barili/giorno, come prima della guerra civile.


Nella sua visita, il ministro è stato accompagnato da Hisham Satti, direttore generale sudanese del Dipartimento per l’esplorazione petrolifera presso il ministero dell’Energia e delle miniere, che ha dichiarato come il suo governo sia determinato a compiere gli sforzi necessari per rafforzare la partnership strategica con il Sud Sudan e superare gli ostacoli che devono affrontare le aziende che operano nei due Paesi.

Il Sud Sudan, che attualmente produce 170 mila barili di petrolio/giorno, si ritiene disponga di riserve pari a 3,5 miliardi di barili di petrolio, gran parte ancora da esplorare.