• RINNOVABILI

Da sole e vento il 30 per cento dell’energia del Vietnam nel 2030

Il Sud Est asiatico è una delle zone dove negli ultimi anni maggiore è stato lo sviluppo dell’ energia solare, con il Vietnam a guidare la classifica, grazie anche alle particolari tariffe

incentivanti.


Nel Paese sono stati infatti realizzati impianti fotovoltaici per 5 GW, superando l’obiettivo

di 1 GW al 2020 e costituendo circa il 13 per cento dell’elettricità prodotta. Obiettivi più ambiziosi sono ora stati definiti dal Ministero dell’Industria e del commercio (MOIT) nel VIII

Power Development Plan (PDP), che riguarda il periodo 2021-2030, con una prospettiva al

2045: il Piano prevede come priorità lo sviluppo delle fonti rinnovabili e l’attrazione di

nuovi investimenti.

In particolare, l’VIII PDP stima che entro il 2030 le risorse elettriche del Vietnam

raggiungeranno 132 GW; di questi, il 27 per cento saranno generati da impianti a carbone,

il 21 per cento da gas, il 18 per cento da energia idroelettrica, il 29 per cento da energia

eolica e solare e il 4 per cento da importazioni. Sempre secondo il MOIT, attualmente gli

impianti a carbone coprono circa il 35 per cento della capacità di generazione di energia

elettrica del Paese.