top of page
  • RICERCA

Idrogeno offshore, una speranza da 20 milioni di euro

Sviluppare la produzione offshore su larga scala di idrogeno rinnovabile, è questo il proposito del progetto Hydrogen Offshore Production for Europe (HOPE), che ha ricevuto una sovvenzione di 20 milioni di euro dalla Clean Hydrogen Partnership, co-fondata e co-finanziata dall’Unione Europea.

Obiettivo del consorzio di ricerca è dimostrare la fattibilità tecnica e finanziaria della produzione offshore e del trasporto attraverso gasdotti per la fornitura a clienti su terraferma. HOPE prevede entro il 2026 la costruzione e la gestione della prima unità di produzione da 10 MW nel Mare del Nord, al largo delle coste del Belgio.


In particolare, l’impianto, che sarà installato a 1 km dalla costa di fronte al porto di Ostenda, sarà composto da tre unità: produzione e compressione (a media pressione) in mare, pipeline per il trasporto e compressione (ad alta pressione). Lo stoccaggio e la distribuzione saranno effettuati a terra.


L’elettrolizzatore da 10 MW, uno dei primi di questa dimensione ad essere installato offshore, utilizzerà acqua marina desalinizzata e purificata e potrà produrre fino a 4 tonnellate al giorno di idrogeno verde. Sarà ospitato su una chiatta riciclata, così come altre componenti del sistema. L’idrogeno prodotto potrà essere impiegato nei trasporti e nelle piccole industrie site in Belgio, nel nord della Francia e nei Paesi Bassi meridionali.


Il finanziamento della Clean Hydrogen Partnership sarà utilizzato per le fasi di costruzione e per attività di ricerca, sviluppo e innovazione incentrate principalmente sull’ottimizzazione delle soluzioni tecnologiche.

Comments


bottom of page