• INDUSTRIA

USA, la nuova corsa all’oro riguarda l’idrogeno

Non ci sono ormai più dubbi: la nuova corsa all’oro sembra riguardare proprio l’idrogeno verde. Per contribuire alla creazione di hub regionali per la produzione di H2, il Dipartimento dell’Energia degli Stati Uniti (DoE) ha annunciato nuovi finanziamenti per 7 miliardi di dollari.

L’intervento del DoE, che vuole favorire la creazione e lo sviluppo di almeno quattro hub regionali (H2Hubs), è avvenuto in seguito dell’approvazione della Bipartisan Infrastructure Law, un piano da 1,2 trilioni di dollari per ricostruire non solo strade e ponti ma anche per nuove iniziative di resilienza. A questi finanziamenti si aggiungono anche gli incentivi previsti dalla recente Inflation Reduction Act, con investimenti da oltre 750 miliardi di dollari per la lotta al cambiamento climatico, la riduzione dell’inflazione e dei costi della sanità.


Le domande per accedere alle misure previste dal bando del DoE dovranno essere presentate entro l’aprile del 2023, mentre in autunno saranno rese note quelle accettate. Tra i requisiti previsti dalla legge, almeno un hub dovrà produrre idrogeno pulito da combustibili fossili, uno da energia rinnovabile e uno da energia nucleare. Inoltre, per il requisito di diversità geografica, almeno due dovranno essere situati in regioni con abbondanti risorse di gas naturale.


“Gli H2Hub - ha dichiarato Jennifer Granholm, Segretario del DoE - sono un’opportunità unica per gettare le basi per il futuro dell’idrogeno che il presidente Biden sta costruendo, uno sviluppo che solleverà la nostra economia, proteggerà il Pianeta e migliorerà la nostra salute”.

Vari Stati, tra cui New York, Colorado, New Mexico, Utah e Wyoming stanno già preparando la domanda per accedere ai finanziamenti per gli H2Hub, che rappresentano un primo importante passo per traguardare gli ambiziosi obiettivi che il DoE si è posto in termini di produzione di idrogeno verde: 10 milioni di tonnellate l’anno al 2030, 20 milioni entro il 2040 e 50 milioni di tonnellate entro il 2050.