top of page
  • PRODUZIONE

USA, entro il 2030 i data center useranno il 9 per cento dell’elettricità

Uno dei settori che sta crescendo più rapidamente in tutto il mondo è quello dei data center. Strutture necessarie ai sistemi informatici che richiedono enormi quantità di energia per il raffreddamento continuo ad alta intensità e che con lo sviluppo di tecnologie come l’intelligenza artificiale vedranno aumentare ulteriormente il proprio fabbisogno energetico.

data center

Le query basate sull’AI richiedono circa dieci volte l’elettricità necessaria per le tradizionali ricerche su Internet. Un dato che, secondo la International Energy Agency, farà più che raddoppiare la domanda di energia per i data center entro il 2026. Uno scenario che potrebbe causare seri problemi di approvvigionamento, soprattutto in quelle zone dove più alta è la concentrazione di data center.


Previsioni e timori confermati anche dallo studio Powering Intelligence: Analyzing Artificial Intelligence and Data Center Energy Consumption, pubblicato dall’Electric Power Research Institute (EPRI) e che si concentra sulla situazione statunitense. L’analisi, basata sulle informazioni pubbliche sui data center esistenti negli USA, sulle stime di crescita del settore e sulle previsioni della domanda di elettricità, ha delineato quattro scenari al 2030, con un tasso di crescita annuo del consumo compreso tra il 3,7 e il 15 per cento.


Lo scenario più basso (3,7 per cento) presuppone un’adozione limitata degli strumenti di intelligenza artificiale, abbinata a importanti miglioramenti nell’efficienza dei data center; lo scenario più alto (15 per cento) combina la rapida espansione delle applicazioni di intelligenza artificiale con minori miglioramenti in termini di efficienza.


A seconda del grado di efficienza energetica raggiunto dalle strutture, gli altri due scenari individuati dall’EPRI presentano una crescita del consumo elettrico del 4,6 e del 9,1 per cento. Quest’ultimo, secondo lo studio, rappresenta lo scenario più probabile, con un consumo pari a più del doppio di quello attuale. Negli USA l’80 per cento dei data center è concentrato in 15 Stati, con in testa Virginia e Texas.

Comments


Commenting has been turned off.
bottom of page