• ACCESSO ALL'ENERGIA

Una centrale a GNL per illuminare il Mozambico

Il Governo del Mozambico ha firmato un Memorandum of Understanding per la costruzione di una centrale alimentata a gas naturale liquefatto. Con un investimento di 400 milioni di dollari, avrà una capacità di 250 MW e sarà realizzata in tre fasi.



La prima, che riguarderà i primi 50 MW, sarà pronta in 12 mesi, mentre la seconda e la terza fase che aggiungeranno i restanti 200 MW si concluderanno nel 2023. L’elettricità generata sarà in gran parte acquistata da Electricidade de Mocambique (EDM), la società elettrica statale, mentre la fornitura in eccesso sarà esportata in altri mercati.


“La priorità principale del nostro governo - ha dichiarato Bruno Senguaio, capo di Gabinetto del Ministro delle Risorse minerarie e dell’energia - è garantire un approvvigionamento energetico sicuro e affidabile per la popolazione del Mozambico. Ecco perché il progetto è così importante”.

In un Paese dove ancora oltre il 40 per cento della popolazione non ha accesso a fonti affidabili di elettricità, questa nuova centrale rappresenta un progetto chiave e consentirà di portare luce e corrente a oltre mezzo milione di persone.