• RINNOVABILI

Rinnovabili, la Grecia verso il record di installazioni in un anno

La crisi del gas ha reso ancor più evidente la necessità di accelerare lo sviluppo di nuovi impianti di generazione rinnovabile. Strada che sembra aver intrapreso con decisione la Grecia, che ha aggiunto nei primi sei mesi del 2022 nuova capacità rinnovabile pari a 888 MW.

Un risultato che si prevede in ulteriore aumento nel secondo semestre, così da poter raggiungere l’obiettivo del ministero dell’Ambiente e dell’Energia di 2 GW di nuova capacità installata a fine anno. Un record che consentirebbe di superare la soglia dei 10 GW complessivi.


In particolare, secondo l’ultimo rapporto del DAPEEP, il gestore del mercato nazionale delle FER, da gennaio a giugno sono stati installati 91 MW di eolico e 679 MW di fotovoltaico, che grazie anche all’apporto dei pannelli solari sui tetti è ora la prima fonte rinnovabile in termini di capacità installata nel Paese. A questi va aggiunto il contributo dei nuovi impianti idroelettrici, delle biomasse, del biogas e della cogenerazione.


Nell’estate 2022 il Parlamento greco ha anche approvato una legge per la promozione e lo sviluppo dell’energia eolica offshore, con l’obiettivo di raggiungere 2 GW di capacità entro il 2030. La nuova legge ha introdotto una serie di semplificazioni per le licenze e nuove misure in termini di salvaguardia ambientale. Attualmente la Grecia ha una capacità rinnovabile installata di 9,42 GW.