• FOSSILI

Le raffinerie USA si convertono al diesel rinnovabile

Il percorso di decarbonizzazione e il conseguente maggiore utilizzo delle fonti rinnovabili implica anche la riconversione di centrali e raffinerie.


Marathon Petroleum Corporation (MPC), una delle maggiori società statunitensi nel campo della raffinazione con 13 impianti per una capacità di 2,9 milioni di barili/giorno, ha annunciato un nuovo progetto per la conversione della sua raffineria di Martinez, in California.

MPC procederà infatti alla sua trasformazione in un impianto per la produzione di combustibili rinnovabili. A piena capacità, MPC stima che nel sito di Martinez saranno prodotti circa 730 milioni di galloni l’anno (circa 2,7 miliardi di litri) di combustibili rinnovabili, prevalentemente diesel rinnovabile, ottenuti da materie prime a base biologica come grasso animale, olio di soia e olio di mais. Con questa conversione, la raffineria di Martinez diminuirà le proprie emissioni di gas a effetto serra del 60 per cento e il consumo di acqua di 1 miliardo di galloni l’anno (circa 3,8 miliardi di litri).

“La conversione della raffineria di Martinez in un impianto per combustibili rinnovabili - ha detto Michael J. Hennigan, CEO di Marathon - va a soddisfare le crescenti esigenze energetiche del mondo, riducendo al contempo l’intensità delle nostre emissioni di carbonio”.

L’impianto dovrebbe iniziare a produrre diesel rinnovabile nel 2022, con una piena capacità di produzione nel 2023.