• RINNOVABILI

L’Uzbekistan sempre più tra sole e vento

Tra i maggiori produttori mondiali di gas naturale e terzo in Eurasia dopo Russia e Turkmenistan, la Repubblica dell’Uzbekistan con il suo Piano 2019-2030 punta a sviluppare la generazione da fonti rinnovabili e ad ammodernare ed efficientare infrastrutture e reti di distribuzione.


In linea con questi obiettivi, il ministro dell’Energia Alisher Sultanov ha dichiarato che entro la fine del 2021 saranno indette gare internazionali per la realizzazione di oltre 400 km di nuove linee elettriche e la costruzione di impianti solari nelle regioni di Kashkadarya e Fergana per una capacità totale di 400 MW. Gare per la nuova generazione solare che saranno preparate con il supporto consulenziale della Asian Development Bank nell'ambito del progetto ADB SOLAR-2.

Sultanov, ribadendo l’obiettivo dell’Uzbekistan di avere al 2026 una capacità di energia solare ed eolica di 8 GW complessivi, ha annunciato il via al primo parco eolico del Paese. Costruito nel distretto di Korauzak, avrà una capacità installata di 100 MW.

Nel 2022, con il supporto consultivo della Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo (BERS), il ministero dell'Energia uzbeko prevede di bandire una gara per la costruzione di un altro parco eolico da 200 MW nella Repubblica del Karakalpakstan.