• EOLICO

L’Olanda sempre più col vento in poppa

Per la sua configurazione, con acque relativamente basse e la presenza costante di vento, il Mare del Nord è diventato il terreno preferito per l’installazione di parchi eolici offshore.



A questo proposito i Paesi Bassi, per raggiungere i nuovi e più ambiziosi target europei,

hanno rilasciato l’Additional Design Program North Sea 2022-2027, che va a integrare ed

estendere il Programma in essere che delineava in 11,5 GW installati lo sviluppo dell’eolico

offshore al 2030.


Pubblicato dal Ministero delle infrastrutture e della gestione delle risorse idriche olandese, l’Additional Design Program North Sea 2022-2027 individua otto aree del Mare del Nord

dove realizzare nuovi impianti e sarà adottato nel marzo 2022, dopo un periodo di consultazione, come appendice al National Water Program 2022-2027. Con questa

integrazione, il governo olandese punta alla realizzazione di ulteriori 27 GW di capacità eolica offshore. Compito non semplice, in uno dei mari più frequentati al mondo e dovendo al contempo salvaguardare la pesca sostenibile e lo spazio per la navigazione.

Il Paese punta a ottenere entro il 2030 il 40 per cento del proprio fabbisogno di elettricità dall’eolico offshore per arrivare ad essere carbon neutral entro il 2050.