top of page
  • RINNOVABILI

L’aeroporto di Atene sarà carbon neutral entro il 2025

Diverse, ma ancora da esplorare completamente, sono le soluzioni per rendere più sostenibili i trasporti, sia che avvengano su ruota, via mare o in cielo. Più semplice, e già in corso, decarbonizzare i vari tipi di terminal. Infatti, sempre più stazioni ferroviarie e aeroporti si stanno attrezzando per sfruttare le aree adatte a ospitare impianti solari.

Tra i più attivi in questo viaggio verso la sostenibilità, l’aeroporto internazionale di Atene Eleftherios Venizelos ha messo in funzione una nuova centrale fotovoltaica da 15,8 MW che va ad aggiungersi all’impianto da 8,05 MW, già in funzione dal 2011 - all’epoca il più grande installato in un aeroporto. Insieme, le due installazioni sono ora in grado di soddisfare i due terzi del fabbisogno di elettricità del principale scalo della capitale greca.


La nuova unità, composta da 29.214 pannelli fotovoltaici, avrà una produzione annua stimata di 27,5 GWh, sufficiente a soddisfare da sola il 46 per cento della domanda di elettricità dell’aeroporto. Realizzato in nove mesi, tra progettazione e costruzione, l’impianto permetterà inoltre di evitare al 2046 l’emissione di 71.500 tonnellate di CO2.


Il progetto rientra nella strategia di sviluppo sostenibile dello scalo greco Route 2025, che ha previsto un investimento totale di 100 milioni di euro per ridurre le emissioni e coprire il proprio fabbisogno di elettricità con la sola autoproduzione, massimizzata grazie all’ausilio di batterie di accumulo che saranno integrate in concomitanza con la realizzazione del prossimo segmento del parco solare.


La società che gestisce il terminal ha dichiarato che dal 2005 al 2021, nonostante un significativo aumento del traffico passeggeri, l’aeroporto di Atene ha ottenuto complessivamente una riduzione dell’impronta di carbonio di oltre il 60 per cento, passando da 67.001 tonnellate di CO2 a 27.641 tonnellate. Obiettivo dell’Unione Europea è rendere tutti gli aeroporti degli Stati membri a emissioni zero entro il 2025.

Kommentare


bottom of page