top of page
  • LaREd

E-mobility in Europa, tra sfide e opportunità

Il Col du Tourmalet, da sempre, rappresenta la tappa determinate per la vittoria del Tour de France. Allo stesso modo la decarbonizzazione dei trasporti rappresenta una delle fasi più importanti per arrivare al traguardo fissato dall’Unione Europea di ridurre le emissioni di gas serra di almeno il 55 per cento rispetto al 1990.

Una sfida per la quale la UE sembra avere scelto il proprio corridore di punta: l’elettrificazione. In questo contesto, la mobilità elettrica costituisce un elemento fondamentale del futuro sistema energetico e il processo di ricarica dei veicoli elettrici rappresenta l’interfaccia tangibile tra il settore dei trasporti e quello dell’energia.


Ma come sfruttare le diverse opportunità e massimizzare i vantaggi dati dallo sviluppo di questa tecnologia? ETIP SNET - European Technology & Innovation Platforms for Smart Networks for Energy Transition, piattaforma europea di tecnologia e innovazione che riunisce operatori ed esperti del settore energetico, ha da poco pubblicato il documento E-mobility deployment and impact on grids - Impact of EV and charging infrastructure on European T&D grids: innovation needs, dove analizza i diversi elementi e le loro interazioni per identificare gli impatti più rilevanti della mobilità elettrica sugli attuali sistemi energetici.


Si parte da un presupposto fondamentale: la e-mobility coinvolge diversi attori - gli utenti, i costruttori, gli operatori di sistema, i decisori... - tutti interconnessi in modi diversi e ciascuno secondo peculiari priorità e necessità. Il documento prende quindi in esame lo stato dell’arte tecnologico e normativo, i relativi fattori abilitanti e ostativi alla diffusione della mobilità elettrica, le prospettive dei gestori dei sistemi di distribuzione (DSO), dei gestori dei sistemi di trasmissione (TSO) e degli utenti.


In particolare, secondo l’analisi di ETIP SNET, è necessaria una gestione del processo di ricarica in termini di programmazione temporale e profilo di potenza, coinvolgendo tutti i soggetti interessati. Questo si traduce in una serie di proposte operative che vanno dal facilitare la concorrenza e promuovere una ricarica intelligente per attenuare i picchi nella curva di carico, all’adottare standard comuni per garantire l’interoperabilità e un’efficace gestione dei dati, fino a perseguire un’integrazione efficace dell’infrastruttura di ricarica dei veicoli nella rete elettrica.


Sarebbe quindi necessario costruire un ecosistema adeguato per sfruttare tutte le potenzialità dei veicoli elettrici e le opportunità che possono offrire alle reti. Bisognerebbe sviluppare metodologie che tengano conto delle incertezze legate alla previsione della capacità di carico futura e all’ubicazione dei punti di ricarica. Infine, servirebbe una regolamentazione aggiornata che non limiti le possibilità date dalle tecnologie di ricarica intelligente e dal V2G.


Soprattutto, per una vera crescita della mobilità elettrica è necessario uno sviluppo delle infrastrutture di ricarica basato sulle esigenze degli utenti. L’Europa, in questo senso, continua a fare progressi. Secondo i dati dello European Alternative Fuels Observatory, nel 2022 sono stati installati 450.478 punti di ricarica accessibili al pubblico, il 60 per cento racchiuso tra Paesi Bassi (111.821) Francia (83.317) e Germania (82.609), leader però nelle infrastrutture pubbliche di ricarica rapida (12.833). Al quarto posto, ma staccata, troviamo l’Italia con 30.787 punti, tallonata dalla Spagna con 29.539. Progressi che, pur evidenti, non sono ancora sufficienti per raggiungere l’obiettivo UE di 3,5 milioni al 2030.


Le tecnologie che possono accelerare lo sviluppo della mobilità elettrica e le nuove soluzioni per una ricarica semplice e veloce saranno al centro di Power2Drive Europe, che si svolgerà a Monaco di Baviera dal 14 al 16 giugno all’interno di The smarter E Europe. All’insegna del motto “Charging the future of mobility!” oltre 250 aziende presenteranno - anche in condizioni reali nella nuova area di prova all’aperto - le ultime innovazioni in tema di stazioni di ricarica rapide, wall box, sistemi di gestione e controllo.



Comments


bottom of page