• SOSTENIBILITÀ

Nichel e cobalto, un nuovo futuro per il Botswana

Non sempre la ricerca di risorse minerarie significa solo sfruttamento di Paesi in via di sviluppo. Durante l’ultima riunione dei capi di governo del Commonwealth, il Canada ha infatti annunciato il via del nuovo progetto di Process Research Ortech (PRO) realizzato in joint venture con il Botswana Institute for Technology Research and Innovation (BITRI).

Il progetto, del valore di 129 milioni di dollari canadesi (circa 100 milioni di dollari americani), prevede la realizzazione di un impianto per la produzione di 30.000 tonnellate/anno di Sali di nichel e cobalto di alta qualità da utilizzare per i veicoli elettrici e i sistemi di accumulo. E punta a garantire che le risorse naturali locali siano utilizzate per creare attività di filiera a monte e a valle per una crescita dell’economia locale.


Il BITRI è stato istituito nel 2012 dal Ministero dell’istruzione, della ricerca, della scienza e della tecnologia del Botswana proprio per sviluppare o adattare soluzioni tecnologiche che forniscano soluzioni innovative in linea con le priorità e le esigenze nazionali del Paese. La joint venture tra PRO e BITRI rappresenta inoltre una grande opportunità per la rivitalizzazione e ammodernamento dell’estrazione di nichel in Botswana.