• DECARBONIZZAZIONE

La Corea del Sud punta a ridurre del 37 per cento i gas serra al 2030

Per la prima volta la Corea del Sud ha partecipato, come ospite insieme a India, Australia e Sud Africa, all’incontro – virtuale – su Clima e Ambiente dei ministri del G7.


Durante il meeting Han Jeoung-ae, ministro dell’Ambiente sudcoreano, ha confermato che il suo governo presenterà entro la fine dell’anno quello che può essere definito il loro più ambizioso Piano di decarbonizzazione.

La Corea del Sud, che rappresenta circa il 1,4 per cento delle emissioni globali di gas serra, attraverso il Comprehensive Plan on Fine dust Management prevede infatti di ridurre le proprie emissioni di gas serra del 37 per cento rispetto al business as usual entro il 2030 in tutti i settori economici.

Secondo il Greeenhouse Gas Information Centre del ministero dell’Ambiente, nel 2020 le emissioni totali di gas serra della Corea del Sud sono calate di circa il 7,3 per cento su base annua, con i settori energetico e industriale che hanno guidato la diminuzione con emissioni in calo rispettivamente del 7,8 per cento e del 7,1 per cento rispetto all’anno precedente. Una diminuzione dovuta, però, agli effetti economico-sociali della pandemia. Emissioni che, come anticipato dal ministro Han Jeoung-ae, potrebbero quindi aumentare nuovamente per l’auspicata ripresa economica.

Il Fondo Monetario Internazionale (FMI) prevede infatti già quest’anno un sostanziale rimbalzo, con una stima di crescita del PIL reale del 3,6 per cento su base annua.