• RINNOVABILI

Burkina Faso, l’accesso all’energia passa dal sole

Uno dei problemi che, con grandi sforzi, gli Stati africani stanno cercando di risolvere è quello di rendere l’energia accessibile a tutti, migliorando le strutture e costruendo nuovi impianti per la produzione di energia rinnovabile.


Nello stato sub-sahariano del Burkina Faso è stata avviata la costruzione di un nuovo parco solare da 30 MW a Nagreongo, nella provincia di Oubritenga. L’impianto, che si svilupperà su un’area di 50 ettari, sarà costruito dalla francese Green Yellow in collaborazione con la società locale Africa Energy Coopération (AEC) e genererà 50 GWh di elettricità l’anno, consentendo di risparmiare oltre 27.000 tonnellate di anidride carbonica. Nel parco solare è prevista l’installazione di 70.000 pannelli e la realizzazione di una linea di trasmissione aerea di 21 chilometri (33 kV) per trasportare la produzione alla sottostazione più vicina.


“Dai 325 MW del 2015 – ha dichiarato Bachir Ismaël Ouedraogo, Ministro dell’Energia del Burkina Faso – siamo passati a una fornitura energetica di quasi 800 MW nel 2020, con un contributo delle energie rinnovabili passato dal 16,87 per cento nel 2018 al 18,36 per cento nel 2019”. Il Paese sta sviluppando altri 16 progetti fotovoltaici, per contribuire ad aumentare l’approvvigionamento energetico del Paese.