• POLITICA ENERGETICA

Algeria, il sole va a 1.000

Sempre alle prese con le solite turbolenze politiche, il governo algerino sta portando avanti il proprio Piano di sviluppo quinquennale 2020, con al centro le politiche per una transizione energetica.



Il Piano prevede un programma nazionale per l’efficienza, per lo sviluppo delle rinnovabili e la definizione di un nuovo mix energetico. In particolare, sono previsti nuovi parchi solari negli altipiani e nelle regioni del Sahel e la graduale sostituzione del gas naturale con idrogeno blu e verde. FER che dovranno rappresentare almeno il 30 per cento del mix energetico del Paese al 2030, mentre entro il 2050 si stima possano essere generati 25 GW di energia da idrogeno verde o blu.


Il Ministero per la Transizione energetica e le energie rinnovabili ha annunciato di aver individuato 11 siti per realizzare il programma Solar 1.000, che prevede la costruzione di impianti solari per una capacità totale di 1 GW. Attualmente, secondo l’Agenzia internazionale per le energie rinnovabili (IRENA), il Paese nordafricano ha 25 impianti solari con una capacità totale di soli 423 MW e le energie rinnovabili rappresentano solamente il 3 per cento del mix energetico. Con gli accordi di Parigi, l’Algeria si è impegnata a ridurre del 7 per cento le emissioni di CO2 entro il 2030.