• DECARBONIZZAZIONE

L’aiuto della BERS per una Serbia più green

Secondo i dati della International Energy Agency (IEA) in Serbia ancora nel 2019 la produzione energetica è stata ottenuta per più del 60 per cento grazie al carbone.


Proprio per dare sostegno al percorso di decarbonizzazione, il Governo serbo ha previsto un piano di investimenti 2020-2025 per lo sviluppo delle fonti rinnovabili e l’espansione della rete di teleriscaldamento.

Per raggiungere questi obiettivi il Ministero delle Miniere e dell’energia serbo intende incrementare la cooperazione con la Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo (BERS). Di questo ha trattato l’incontro tra Zorana Mihajlović, ministro delle Miniere e dell’energia, e Matteo Colangeli, nuovo Direttore della BERS per i Balcani Occidentali.

“C’è molto spazio per la cooperazione - ha dichiarato Mihajlovic - per completare i progetti esistenti e avviarne di nuovi. Stiamo elaborando il Piano Integrato Clima ed Energia, nonché la nuova Strategia di Sviluppo Energetico con una visione fino al 2050”.


L’incontro si è concentrato sui progetti per l’aumento dell’efficienza energetica e l’istituzione del Fondo dedicato, oltre ai progetti per l’ammodernamento della rete di distribuzione. Il Governo serbo ha recentemente firmato anche un accordo con la Banca europea per gli investimenti (BEI) per un prestito per la realizzazione del progetto di costruzione di un’interconnessione del gas Serbia-Bulgaria.