• EVENTI

Agricoltura, Covid e nuova PAC al centro del dibattito

L’emergenza sanitaria che stiamo tuttora vivendo ha rafforzato una tendenza già in atto nel panorama mondiale: riportare al centro del dibattito l’agricoltura.



Sottolineando la necessità - europea e italiana - di produrre di più e meglio e nel contempo ribadendo l’esigenza di sostenere con adeguate risorse un settore duramente colpito dall’emergenza Covid. Si pensi, per esempio, che da quando è iniziata la pandemia il 57 per cento delle 730.000 aziende agricole nazionali ha registrato drammatici cali nell’attività.


Spesso però il confronto si riduce a una questione meramente quantitativa, anche se è ormai chiaro che la capacità di incidere - soprattutto in un mondo a risorse scarse - non è strettamente collegata all’ammontare delle disponibilità economiche messe in campo. E a proposito di risorse, arrivano a 7,5 miliardi di euro quelle stanziate per la ripresa post-Covid - dimezzate rispetto ai 15 originariamente previsti - dalla Politica Agricola Comunitaria, la nuova PAC che entrerà in vigore il primo gennaio 2023 dopo un periodo di regime transitorio. Ma, oltre i numeri, è importante capire quale sia la filosofia che sottende l’intervento e quali siano gli sforzi messi in campo per sostenere questa nuova grande trasformazione.


Per aiutare a districarsi in queste complesse materie, la casa editrice Vado e Torno ha ideato il progetto Innovation AgriTour 2020 che si sviluppa in un ciclo di tre incontri. La prima tappa è prevista il 6 novembre e metterà a tema La nuova PAC tra Green Deal e Covid-19. Al centro del dibattito: gli scenari della nuova Politica Agricola Comunitaria, dialogando con chi la sta elaborando e con le principali categorie che ne usufruiranno e tenendo sempre conto dei cambiamenti climatici e della questione ambientale. Interverranno, tra gli altri, Paolo de Castro, Vice Presidente della Commissione Agricoltura e Sviluppo Rurale al Parlamento Europeo, e Alessandro Malavolti, Presidente di FederUnacoma.