top of page
  • POLITICA ENERGETICA

Aggiornamento PNIEC, è online il questionario (aperto a tutti!)

C’è tempo fino al 26 maggio per rispondere al questionario online messo a punto dal Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica (MASE) in vista dell’aggiornamento del PNIEC, il Piano Nazionale Integrato Energia e Clima.

Il set di domande a risposta multipla è in linea con la normativa europea che chiede agli Stati membri di offrire al pubblico tempestive ed effettive opportunità di partecipare alla elaborazione del PNIEC. Il questionario è aperto a tutti, anche i privati cittadini. Gli orientamenti emersi saranno presi in considerazione nella proposta di aggiornamento del Piano, prevista per il 30 giugno prossimo.


Associazioni, stakeholder e istituzioni sono chiamati in causa su 34 quesiti. Interessante la suddivisione degli ambiti. Sette domande riguardano a vario titolo le fonti energetiche rinnovabili elettriche - FER distribuite e grandi impianti - una le rinnovabili termiche (del resto, non puntiamo all’elettrificazione degli usi finali?). Due quesiti interrogano su FER, territori e accettazione, quattro sono sull’efficienza energetica, cinque ciascuno rispettivamente per trasporti e sicurezza energetica.


Chiudono la serie una domanda sul mercato elettrico e due sui consumatori. Non poteva mancare l’idrogeno - con una domanda sugli ambiti di applicazione - e le emissioni (quattro quesiti). Infine, un quesito sulla ricerca e uno - curiosamente in fondo - di carattere generale: quali sono gli ambiti del Piano Nazionale Energia e Clima di maggiore interesse?


Il questionario rappresenta la fase iniziale di un processo di informazione e condivisione a vari livelli - con cittadini, industrie, operatori del settore, Regioni, Comuni, Parlamento - che durerà fino a giugno 2024, data di presentazione alla Commissione europea della versione definitiva del PNIEC, e che comprenderà anche strumenti di consultazione sul testo più strutturati, come la Valutazione Ambientale Strategica (VAS), e canali istituzionali come la Conferenza Unificata.



Comments


bottom of page